Trend vacanze invernali

Un inverno molto atipico dal punto di vista meteorologico, con temperature decisamente sopra la media del periodo, e crolli improvvisi che interessano gran parte dell’Italia. Un fenomeno che ha probabilmente influito sull’abbassamento dei prezzi nelle mete sciistiche di quasi il 60%, come nel caso di San Martino di Castrozza. Milano e Firenze, invece, che hanno aperto le porte alla moda internazionale, hanno riportato prezzi in crescita del 10%. Questo è quanto emerge dall’analisi dell’Osservatorio di trivago.it.

Negli ultimi 12 mesi gli alberghi delle maggiori destinazioni sciistiche hanno registrato una diminuzione del prezzo medio fino al 52% come, ad esempio, a San Martino di Castrozza, dove il costo per camera doppia è passato in un anno da 247€ a 119€. Scenario simile anche per Madonna di Campiglio, Cortina d’Ampezzo e Courmayeur che, in confronto a gennaio 2012, abbassano il prezzo medio rispettivamente del 38%, 17% e 14%. Una lieve flessione anche per le rinnomate destinazioni dell’Alta Valtellina Livigno (-11%) e Bormio (-1%).

Le città della moda, Milano e Firenze, registrano un incremento dei prezzi negli alberghi del 10%, con un costo medio per camera doppia rispettivamente di 133€ e 116€. Nella Capitale è un gennaio a ribasso, con una flessione del 10% ed un prezzo medio per stanza che si attesta intorno ai 98€. E’ consigliabile approfittare della possibilità di fare una piacevole gita nelle città d’arte italiane grazie a una lieve flessione del prezzo medio per camera doppia come, ad esempio, a Venezia (118€) che scende del 9%, e Napoli (85€ ) o Palermo (76€ ) del 4%.

Le città tedesche guidano la classifica delle mete europee che alzano il prezzo medio delle stanze. Soprattutto per gli eventi dei poli fieristici di Francoforte, Colonia e Monaco. I prezzi delle stanze in queste città registrano aumenti significativi che vanno dal 15% di Monaco (135€/notte), al 25% di Colonia (128€), fino al 38% come a Francoforte (131€/notte). Le grandi città d’arte europee invece, oltre agli sconti nei negozi, offrono prezzi a ribasso anche per gli hotel che diminuiscono lievemente a Parigi (-2%, 158€/notte) e Barcellona (-9%, 92€/notte) nonché a Londra (-14%, 160€/notte) e Vienna (-17%, 103€/notte).

You may also like...