Sciare low cost

L’Etna sorge a ovest della costa orientale della Sicilia, entro il territorio della Provincia di Catania. Trattandosi di uno stratovulcano, la sua altezza varia a causa delle sue eruzioni che ne determinano l’innalzamento o l’abbassamento. Infatti, se nel 2011 raggiungeva i 3.340 m. s.l.m., nel 2010 3.350 m., 3.274 m. nel 1900, 3.326 m. nel 1950 e 3.269 m. nel 1942. La superficie totale è di 1570 chilometri quadrati, mentre il suo diametro è di circa 45 chilometri. Dimensioni, le sue, da record: dal punto di vista prettamente geologico è il più alto d’Europa.

Bello, indubbiamente, ma anche economico: secondo la ricerca TripAdvisor il monte Etna, infatti, è risultato essere la destinazione sciistica più conveniente nella lista con un costo totale TripIndex di soli 122,39 €. Bansko in Bulgaria conquista il secondo posto con 129,11 € e Astún, Spagna guadagna il terzo posto con 136,13 €. Per quanto riguarda il Paese più conveniente, la Germania conquista il primato, con quattro destinazioni nella top ten. Ecco, nello specifico, l’elenco completo delle mete bianche appena sotto il podio: Berchtesgaden, Germania, Kranjska Gora, Slovenia, Spitzingsee, Germania, Candanchú, Spagna, Garmisch-Partenkirchen, Germania, Oberstdorf, Germania, Serre Chevalier, Francia.

Le due destinazioni più costose secondo il TripIndex Ski di quest’anno sono entrambe in Francia. La più costosa è Méribel con un costo totale TripIndex di 441.43 €, seguita da Courcheval con 440.37 €. Il costo totale di entrambe queste città è il triplo rispetto a quello dell’ Etna, di Bansko, Bulgaria, e di Astún, Spagna. Cinque destinazioni svizzere si posizionano nella Top 10 delle destinazioni più costose, tra queste St. Moritz è risultata la più costosa con un TripIndex totale di € 435.05. Dal quarto posto in poi, ecco la classifica completa: Verbier, Gstaad, Zermatt e Klosters, tutte in Svizzera, Ischgl, Austria, Val d’Isère, Francia, St. Anton, Austria.

You may also like...