Il furto di ghiaccio

La polizia cilena sta indagando per un furto davvero sui generis… ecco prelevati abusivamente dal ghiacciaio di Jorge Montt nella regione di Aysen, a 1700 km da Santiago del Cile, ben 5 tonnellate di ghiaccio! Le fonti spiegano che la merce rubata servirebbe per una pratica altrettanto particolare… rifornire i bar di Brasile e Argentina per la composizione dei noti mojitos e daiquiri.

A pensarci bene in America del Sud è piena estate! Un furto a regola d’arte se si pensa che il ghiaccio veniva trasportato attraverso un camion frigorifero e l’accusa sarebbe addirittura di “crimini contro il patrimonio culturale”! Una vera e propria società quindi che preleverebbe il ghiaccio, per un valore di circa 6/7.000 dollari. ‘È la prima volta che scopriamo un caso di questa natura‘ ,spiega il procuratore regionale di Aysen, Josè Moris, e questa notizia ha scatenato forte dissenso da parte degli ambientalisti che vedono questo splendido ghiacciaio millenario rovinato dall’uomo.

Il Jorge Montt fa parte di 49 ghiacciaci che assieme formano i Campi di Ghiacciaio del Sud in Patagonia, tra Cile ed Argentina. Il ghiaccio da trasportare ieniva quindi chiuso e spezzettato in buste di plastica, per poi divenire parte integrante dei cocktails estivi. Non sembra però poter essere un caso isolato ed ecco che nel mirino finiscono anche alcune imbarcazioni sospette, poiché alcune zone del parco sono raggiungibili solo via mare e dopo ben 4 ore di navigazione! Gli agenti si troverebbero già sulle tracce dei sei sospettati…

You may also like...